Animalia. Alberto Mastroianni

mostra animalia inaugSabato 20 settembre alla presenza del Prefetto di Frosinone, dottoressa Emilia Zarrilli, del Commissario Straordinario della Provincia di Frosinone, Giuseppe Patrizi, del Comandante provinciale dei Carabinieri, dott. Giuseppe Tuccio, del Sindaci di Arpino e di Colfelice, Renato Rea e Bernardo Donfrancesco, Antonio Abbate e Lisa Della Volpe, rispettivamente Presidente e Direttore artistico della Fondazione Umberto Mastroianni, hanno promosso l'inaugurazione della prima mostra dedicata ad Alberto Mastroianni (Parigi 1903- Roma 1974) a 40 anni dalla sua scomparsa.

Illustratore animalista, grafico, pittore e scultore, autore di cartoni animati e di numerose illustrazioni per riviste, cartellonista negli anni Trenta, autore di cartoni animati, Alberto Mastroianni, figlio di Domenico e cugino di Umberto, è personalità ancora da indagare. 

La mostra, aperta a Castello Ladislao fino al 23 novembre, è stata l’occasione per avviare gli studi sull'attività e la vita di Alberto Mastroianni ed è una opportunità per conoscere una parte imponente, finora inedita, della produzione grafica dell’artista che va dagli anni ’60 al 1974: un centinaio di disegni selezionati tra i circa mille conservati presso la Fondazione U. Mastroianni e acquistati con i contributi regionali ai sensi della Legge 42/97. Preziosi e rari i testi e le riviste illustrati da Alberto, acquisti recenti della Fondazione: la rivista L’Aquilone del 1936; i libri di Enzo Jemma del 1936 e 1938; Queste Bestie per il Travaso delle idee del 1947. In mostra anche il volume curato da Alberto Mastroianni, Acqua e luce per Roma, edito da Garzanti nel 1959, per Azienda Comunale Acqua di Roma (ACEA). 
L’allestimento curato da Lisa Della Volpe, segue un percorso che ricalca quello indicato dallo stesso Alberto nel suo famoso Zoo: si comincia dai disegni degli animali piccolissimi fino ai grossissimi, dagli insetti agli elefanti per concludere con i dinosauri, passando per le illustrazioni perPaolina Gallina Borghese del 1972, diario intimo di una gallina di provincia che da Alatri emigra a Roma; le vignette per l’Europeo; fino ai disegni preparatori per Dinostory, un esilarante racconto di un immaginario mondo in cui convivono uomini e dinosauri. In mostra anche un rarissimo esempio della produzione scultorea dell’artista risalente al 1962, l'anno successivo del secondo premio ex-aequo alla I Mostra Nazionale Biennale della Caricatura “L’umorismo nell’arte” Premio Cesare Marcorelli, Tolentino.

   

Fondazione Mastroianni

  • Castello di Ladislao
  • Piazza Caduti dell'Aria
  • 03033 Arpino (Frosinone)

Contatti