Tre anni di lavoro intenso

nuove opere 1A quasi tre anni (30 settembre 2011) dalla nomina di Antonio Abbate a Presidente della Fondazione Umberto Mastroianni di Arpino, chiamato dall'allora Presidente della Provincia Iannarilli, molti meccanismi della Fondazione, una macchina con ingranaggi arrugginiti, parti da sostituire e il serbatoio a secco, sono stati riparati, con un notevole sforzo, potendo contare su un CdA e sul Comitato Scientifico autorevoli e consapevoli del proprio ruolo e sul Direttore Artistico Lisa Della Volpe, in carica da giugno 2013.

Tre anni di lavoro, moltissimi i progetti di grande spessore culturale e di successo come, per citarne solo alcuni, gli appuntamenti del giovedì con Marco Bussagli nell'autunno 2013, la conferenza su Dante il 25 gennaio scorso a Frosinone, cogliendo la specificità la ricchezza e l'eterogeneità delle collezioni della Fondazione; le mostre di Jacopo Cardillo e di Lamberto Bracaglia, e prima ancora di Patrick Alò e di Maurizio Toffoletti; la mostra dedicata a Umberto Mastroianni nel 2012 e subito dopo quella di Valente, e ancora, quello di imminente chiusura, il progetto con l'Accademia di Belle Arti di Frosinone, cattedra di Tecnica della Fotografia.
La Collezione contemporanea si è arricchita di acquisti straordinari e di importantissime donazioni (Patrick Alò; Lamberto Bracaglia, Flavia Passamonti, Maurizio Toffoletti); acquisizioni in comodato, (Arduino Scaccia Scarafoni e i due disegni di Giuliano Vangi per il concorso del monumento a San Tommaso a Raccosecca), che inevitabilmente sollevano questioni anche sulla sede, il Castello di Ladislao, i cui spazi, nonostante il costoso restauro finanziato con fondi pubblici, sono angusti e non sempre adeguati. Prossimo importante obiettivo è rendere visitabile l'intera collezione di arte contemporanea.
Altri progetti sono in preparazione, molti i problemi risolti, che consentono finalmente di rendere il dovuto riconoscimento a uno dei più geniali artisti del secolo scorso, vincitore del Premio imperiale del Giappone nel 1989, 25 anni da ricordare con una imponente iniziativa che si terrà il 27 ottobre a Frosinone, in collaborazione con Il Teatro dell'Appeso.
Il 20 settembre prossimo l'apertura A Castello Ladislao della mostra dedicata ad Alberto Mastroianni cugino di Umberto, a 40 anni dalla sua scomparsa e il 7 ottobre l'avvio del progetto con la Società Dante Alighieri Comitato di Arpino, che vedrà illustri ospiti e la partecipazione attiva degli allievi delle scuole. A dicembre l'avvio del progetto di valorizzazione della collezione d'arte contemporanea, con la prima mostra dedicata a Giancarlo Riccardi presso Palazzo Gramsci a Frosinone in collaborazione con l'Archivio Storico.
Nota dolente, purtroppo, riguarda proprio la collezione del grande Maestro di Fontana Liri, oggetto di una ricognizione e di studio approfondito concretizzati in una relazione consegnata dal direttore artistico al CdA e al Comitato scientifico, una relazione che mostra sconcertanti anomalie e superficialità, dubbi sull'autenticità di alcune opere di Umberto conservate in Fondazione, opache attività di istituto, tutte risalenti alle gestioni precedenti, in merito alle quali a breve dirameremo apposito comunicato stampa.

Fondazione Mastroianni

  • Castello di Ladislao
  • Piazza Caduti dell'Aria
  • 03033 Arpino (Frosinone)

Contatti